News

Corso BLSD per i soci Anpo

 

Oggi domenica 27 maggio 2018, presso il Green Park Madama in Castel Madama (RM), si è svolto il corso BLSD (Basic Life Support Defibrillation) rivolto al primo gruppo di Soci dell’ANPO, i quali hanno conseguito un'attestazione che li ha abilitati al corretto utilizzo del defibrillatore (DAE) e alla esecuzione delle manovre di rianimazione cardiopolmonare (RCP).

“Il corso, organizzato dalla Società Italiana di medicina del Soccorso – Gruppo UIL FPL, insieme all’Associazione Nazionale Professionisti Osteopati – afferma il Segretario dell’ANPO Cola Paolo D.O. – fa parte integrante della politica dell’Associazione Nazionale Professionisti Osteopati, la quale si pone l’obiettivo sia del mantenimento delle competenze specifiche dell’osteopata, sia di darne di nuove nell’ambito della cura della persona; la normativa nazionale sui defibrillatori, consente infatti all’operatore addestrato e abilitato, di usare il dispositivo in tutta sicurezza, in maniera tale che possa operare con serenità nei confronti del paziente che viene a studio”

Ai partecipanti è stata rilasciata anche la certificazione 118 Regionale.

Il corso ha avuto una parte teorica ed una pratica, con la consegna del programma e del Manuale dello studente di BLS. Gli istruttori, con l’aiuto anche di video informativi, hanno spiegato e dimostrato cosa occorre fare nelle varie situazioni di urgenza, facendo esercitare gli astanti con l’ausilio di manichini e attrezzatura di primo soccorso (maschere, palloni di ventilazione, ecc.).

“Siamo un Team di Istruttori addestrati e certificati AHA (American Heart Association) e SIMESO - continua l’istruttore BLSD Dr. Igino Rocchi, osteopata e socio Anpo – che hanno trovato nell’ANPO la prima realtà di Associazione di Categoria che investe seriamente su questo tipo di formazione per i propri iscritti, i quali trattano pazienti che vanno dai lattanti agli anziani: questo corso li ha abilitati al soccorso per entrambe le categorie di persone”.

A conclusione del corso, il Presidente Nazionale dell’ANPO, Dr Giuseppe Forestieri D.O., ha consegnato le attestazioni rilasciate dagli istruttori ai partecipanti, dichiarandosi soddisfatto per aver dato la possibilità concreta di formare e abilitare il primo gruppo di Soci a questa importante funzione, la quale dà modo di accrescere quell’esiguo ed insufficiente 5% della popolazione italiana attualmente abilitato, che – come dimostrano gli esempi della Città di Piacenza, la quale risulta la più “defibrillata” d’Italia” -, permettono a migliaia di vite di salvarsi ogni giorno.

Convegno sulla medicina osteopatica

L'Associazione Nazionale Professionisti Osteopati  assieme alla sua struttura tecnico scientifica Accademia di Medicina Osteopatica Alessandro IV, organizza un convegno sulla medicina osteopatica. L'evento si terrà a Messina, sala  degli Specchi, il 5 maggio 2018.

L'evento è gratuito ed aperto a tutti.

Sanità informazione, Legge 14-01-2013 n 4: il punto di vista dell’ANPO

Egregio Direttore, con la Legge 14-01-2013 n.4 in attuazione dell’art. 117 terzo comma della Costituzione e nel rispetto dei principi dell’UE in materia di concorrenza e di libertà di circolazione, vengono disciplinate le professioni non organizzate in ordini o collegi. Il secondo comma dell’art. 1 chiarisce che cosa debba intendersi per professione NOOC (non organizzata […]

di Giuseppe Forestieri, Presidente ANPO

 

Egregio Direttore,

con la Legge 14-01-2013 n.4 in attuazione dell’art. 117 terzo comma della Costituzione e nel rispetto dei principi dell’UE in materia di concorrenza e di libertà di circolazione, vengono disciplinate le professioni non organizzate in ordini o collegi.

 

leggi l'articolo

Il punto sul Ddl "Osteopatico" alla Camera

Articolo pubblicato sul quotidianosanità.it il 19 luglio 2017.

 

Gentile Direttore,
nelle ultime settimane si è dibattuto abbastanza sull'iter del Ddl 1324 sulle professioni sanitarie, approdato alla Camera dei Deputati dopo essere stato approvato dal Senato della Repubblica.
 
Questo al momento lo stato dell’arte dei lavori:
1. L'iter del Disegno di Legge risulta attualmente "in corso di esame in Commissione" e nessun voto è stato espresso dalla stessa commissione;
2. Al momento sono stati presentati circa 17 emendamenti riguardanti l'osteopatia, nessuno dei quali ancora messo in votazione, ai quali se ne potranno aggiungere degli altri;
3. Tra questi emendamenti ve ne sono due firmati da alcuni deputati del Partito Democratico (tra cui una fisioterapista), i quali a quanto pare non rappresentano la posizione ufficiale dello stesso partito, poiché al Senato lo stesso si è fortemente battuto per un'osteopatia autonoma, votando in tal senso. Uno tra questi, darebbe la possibilità ai soli medici e fisioterapisti di accedere al corso universitario in Osteopatia, ed addirittura subordinerebbe l'istituzione della professione ad un parere vincolante di un certo ente. Questa ed altre amenità (tipo quella che saranno udite solo le associazioni più rappresentative di fisioterapisti…), ci fanno capire lo stato di ignoranza che aleggia sulla nostra medicina manuale e gli interessi corporativi che vogliono fagocitarla.

Al momento risulta palese la contraddizione esistente nell'attuale maggioranza parlamentare alla Camera e al Senato, la cui "divergenza" in verità, rappresenta una prassi parlamentare spesso usata da chi, per interessi di parte, utilizza lo strumento della "navetta" per bloccare proposte legislative approvate da una camera o dall'altra.
 
Rispetto alle critiche a tali emendamenti, l'Anpo concorda con la tesi espressa dal Presidente dell'Accademia di Medicina Osteopatia Superiore in un recente articolo apparso sul suo quotidiano il 22 giugno 2017, ribandendo che l'associazione si batterà con ogni mezzo democratico affinchè la Camera approvi almeno il testo licenziato dal Senato, il quale, pur con alcune riserve, prevedere un percorso autonomo della formazione e della professione dell'Osteopata, così come deve e dovrà avvenire.
 
A tal proposito, l'Anpo lancia un appello a tutti gli osteopati ed alle associazioni di categoria più sensibili, affinchè si possa improntare una forte azione comune per difendere la nostra professione da appropriazioni indebite.
 
Dott. Giuseppe Forestieri D.O.
Presidente Associazione Nazionale Professioni Osteopati - A.N.P.O

 

http://www.quotidianosanita.it/lettere-al-direttore/articolo.php?articolo_id=52766

Orientarsi verso la medicina osteopatica

Convegno organizzato dall'Accademia di Medicina Osteopatica Superiore in collaborazione con l'Associazione Nazionale Professionisti Osteopati.

Città di Montalbano Elicona (ME), 30 luglio 2017 dalle ore 15.30 presso il Castello Mediovale Federico II.